Storie di Italiani in Spagna

Storia di una traduttrice a Barcellona

Mi trovo a Barcellona ormai da qualche anno. E ne sono ancora entusiasta come se fosse il primo giorno.

Dopo aver ottenuto il diploma di maturità linguistica, ho deciso di iscrivermi a una scuola di Milano per Interpreti e Traduttori. Mi sono laureata a novembre del 2014 e avevo intenzione di specializzarmi ma all’estero. Avevo bisogno di un cambiamento, di vivere una nuova esperienza e di crescere.

Così, mi sono iscritta a un Master in Traduzione presso la Universidad Autonoma de Barcelona appunto a Barcellona dove mi trasferii un mese prima di iniziare le lezioni per sistemarmi e iniziare a conoscere la mia nuova città. Dopo un anno ottenni il Master e iniziai subito a cercare lavoro come traduttrice e mi misi a contattare diverse agenzie e aziende.

Il mio obiettivo era quello di diventare una traduttrice freelance e fare esperienza in vari settori gestendo il tempo a Storia di una traduttrice a Barcellonamio piacere. Purtroppo non è stato facile e mi resi conto che forse dovevo prima iniziare con un lavoro a tempo pieno e poi pian piano capire come raggiungere i miei obiettivi. Dopo circa un mese passato e mandare email e a fare domande, venni contattata da un’azienda di traduzioni che si trova nel pieno centro di Barcellona a pochi passi dal mio appartamento per un colloquio.

A dire la verità mi sentii come a casa e fui accolta da un gruppo di persone amichevoli, professionali e disposte a darmi una possibilità, anche se non avessi ancora esperienza nel campo professionale. Così iniziai i miei 3 mesi di tirocinio presso Ibidem Group , dopodiché fui assunta con la mansione di “Traduttrice Madrelingua”. Da subito mi occupai di tradurre diversi testi e vari tipi di lavori dall’Inglese all’Italiano, o dall’italiano all’inglese, dallo spagnolo verso l’italiano e dallo spagnolo verso l’italiano.

Pian piano più la mia lista dei miei clienti e progetti aumentava e più io mi innamoravo del mio lavoro e di Barcellona. Ed eccomi qua a raccontare la mia storia seduta nella caffetteria Buenaventura che serve dei deliziosi piatti organici, a due passi dall’Arc de Triomf e che ogni giorno mi ricorda di quanto sia interessante questa città dove cultura e arte s’incontrano in ogni angolo. Il mio sogno di diventare una traduttrice freelance rimane, ma al momento voglio continuare a lavorare presso questa azienda viste le varie opportunità e possibilità di crescere ancora.

Oggigiorno lavorare nel campo traduzioni da freelance, secondo me, non è facile in quanto si trova molta concorrenza in questo settore specialmente per chi come me ha scelto una specializzazione classica letteraria. La mia coinquilina qua a Barcellona si occupa di Traduzioni Asseverate e Giurate e sembrerebbe essere stato più facile fare parte nel mondo dei “self-employed”.

Se invece si vuole lavorare presso un’azienda, ci sono più possibilità, l’importante è di possedere le qualifiche e certificazioni giuste e forza di volontà.

Fate come me, con tanta grinta, voglia di fare e di raggiungere gli obiettivi prestabiliti, cercate sempre di farvi notare tenendovi aggiornati nei cambiamenti dei settori a cui appartenete.

Probabilmente lo sapete già, ma tengo a farvi notare che avere un profilo aggiornato su Linkedin potrebbe aiutare. Inoltre, affidatevi a portali per traduttori come Translation Caffè o Proz che riportano diverse offerte di lavoro.

 

By Ella

Related Post

Tags: , , , , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*